ARBITALIA 

Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Shėn Mitri / Notizie da San Demetrio Corone
 

IL 150° ANNIVERSARIO DELLA UNITĄ NAZIONALE PASSA ANCHE PER IL LICEO CLASSICO DI SAN DEMETRIO CORONE

Il 150° anniversario della Unitą nazionale passa anche per il Liceo classico del centro italo-albanese.

Nell'Aula Magna dell'antico Istituto si č tenuto l'incontro sul tema «Il ruolo del Collegio di Sant'Adriano e del Liceo Classico di S. Demetrio Corone per la causa dell'Unitą d'Italia». L'iniziativa culturale si deve alla volontą del dirigente del Liceo, Antonio Iaconianni,  da quest'anno scolastico alla guida dell'Istituto Omnicomprensivo, di cui il Liceo fa parte dal 2009, per ricordare i due  beni culturali per eccellenza di questo centro;  attorno ai quali č ruotata la sua storia, quella della intera etnia arbėreshe e del Risorgimento calabrese, in ragione del ruolo svolto in passato dai due vetusti edifici.

Presentati dal responsabile del Liceo, «orgoglioso di dirigere uno dei pił antichi Licei in Calabria», si sono alternati  esponenti della cultura calabro-albanese, autoritą scolastiche, civili e politiche.

«L'orgoglio» di essere alunni dello storico Liceo č stato sottolineato dal funzionario dell'Ufficio scolastico regionale, Giacomo Cartella, anche lui ex studente dell'Istituto sandemetrese, mentre il vice prefetto aggiunto di Cosenza, Giuseppe Di Martino, nel ricordare la storia del Liceo, ha auspicato che la Scuola possa continuare ancora per molto tempo a mantenere la sua autonomia.

Nel porgere i saluti del numero uno dell'Ufficio scolastico regionale, Franco Mercurio, la dirigente Franca Falduto ha dichiarato che l'incontro organizzato dal Liceo segnerą una maggiore attenzione del massimo Ufficio scolastico calabrese verso l'Istituto di San Demetrio Corone per preservare e valorizzare i suoi illustri trascorsi storici.

La raccomandazione a puntare sempre sulla cultura, sulla scuola e ad allargare le proprie conoscenze č stata rivolta agli studenti dall'ispettore Miur Francesco Fusca, che si č detto fiducioso del futuro della Arberia, visto l'impegno e l'entusiasmo  dei bambini delle scuole dei centri arbėreshė nell' apprendere la lingua materna.

Il parlamentare Cesare Marini, neosindaco di S. Demetrio Corone, oltre a soffermarsi sulla storia del Collegio e del Liceo, ha ricordato che i festeggiamenti del 150° anniversario dell'Unitą nazionale si devono alla determinazione del presidente della Repubblica, Napolitano, nel volere celebrare degnamente l'anniversario nonostante i paventati timori che l'avvenimento potesse scuotere gli equilibri politici nazionali.  

Lo storico di cultura calabro-arbereshe Domenico Cassiano si č soffermato con dovizia di particolari sul  ruolo svolto dal Collegio di Sant’Adriano, spiegando alla platea come l'Istituto si sia animato delle nuove idee di libertą proprie del Risorgimento, tanto da essere definito dai Borboni   luogo di sovversivi e “Fucina di diavoli”, 

Molto applauditi l'inno nazionale e alcuni motivi della tradizione canora arbėreshe eseguiti dal maestro Alessandro Paloli, accompagnato dagli studenti Cristina Paloli, Lorenzo Gabriele ed Ernesto Algeri.

Adriano Mazziotti

priru / torna