ARBITALIA 

Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Shėn Mitri / Notizie da San Demetrio Corone
 

SAN DEMETRIO CORONE

 

XX RASSEGNA CULTURALE FOLKLORISTICA PER LA VALORIZZAZIONE DELLE MINORANZE ETNICO-LINGUISTICHE

 

Una giornata di festa in Arberia per riaffermare la propria identitą. Gli Istituti scolastici di quindici comuni di lingua e cultura albanese ricadenti in Calabria, Sicilia e Basilicata, assieme agli alunni della comunitą di origine occitana di Guardia Piemontese, hanno partecipato alla XX rassegna culturale folkloristica per la valorizzazione delle minoranze etnico-linguistiche.

 Il mega incontro – presentato dall’assessore alla P.I. Damiano Cadicamo e organizzato dall’Istituto secondario di I grado di Caraffa (CZ), di concerto con l’Istituto Comprensivo di Borgia, l’Istituto Omnicomprensivo di S. Demetrio Corone, l’Associazione culturale  “Progetto Caraffa” (presidente Concetta Mazzei) e il Comune di S. Demetrio C. – ha concluso la due giorni della rassegna-concorso iniziata sabato 18 a Caraffa. Oltre cento gli alunni che si sono esibiti nell’Anfiteatro comunale, presente anche l’ambasciatore d’Albania, Neritan Ceka, dove ogni gruppo si č impegnato nella esecuzione di  canti e danze sfoggiando i costumi tradizionali della propria comunitą. Una  apposita giuria (presidente Pino Iatorno), tenendo conto della coreografia, produzione di elaborati e dei manufatti preparati dagli alunni delle scuole elementari e medie, ha assegnato il primo premio (coppa e attestato) all’Istituto comprensivo di Caraffa, il secondo posto a Falconara Albanese, il terzo all’Istituto comprensivo di Guardia Piemontese.

L’incontro si č aperto sabato mattina in Palazzo municipio con una assemblea di amministratori comunali presieduta dal sindaco Cesare Marini, cui ha preso parte il vicepresidente del Parlamento europeo Gianni Pittella.  All’europarlamentare č stato consegnato un documento contenente le esigenze pił urgenti delle minoranze linguistiche, con particolare riferimento alla  identitą culturale, alla valorizzazione dell’artigianato e delle parlate locali, senza trascurare la necessitą dell’insegnamento della lingua madre nelle scuole

Adriano Mazziotti

 

priru / torna