Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
Gli Arbėreshė della Calabria - SAN DEMETRIO CORONE

PAGINA A CURA DI ADRIANO MAZZIOTTI

L' Avsp, Associazione volontariato servizio parrocchiale, a Santa Sofia d'Epiro

E’ una prestazione su molti fronti quella che l’Avsp (Associazione volontariato servizio parrocchiale), organo della parrocchia di  Sant’Atanasio il Grande, patrono di Santa Sofia d’Epiro, offre alla comunitą, rendendosi interprete dei bisogni propri dei soggetti pił deboli, senza trascurare le altre finalitą che stanno alla base della sua istituzione.

Dall’assistenza agli ammalati e  ai bisognosi alla valorizzazione delle risorse naturali, dal servizio di vigilanza nei  cortei e nelle manifestazioni religiose ai fabbisogni della parrocchia e all’intervento in caso di calamitą.

L’Associazione, istituita nel 1998 su iniziativa di un gruppo di giovani studenti in collaborazione con la parrocchia, lo scorso anno ha ottenuto il riconoscimento legale,   ed č dotata di uno  statuto e di una struttura messa a disposizione dal Comune. I suoi quattordici soci, tutti  giovani  animati e accomunati dalla volontą di rendere pił vivibile la realtą locale e rigorosamente in divisa ogni qualvolta offrono la propria prestazione, collaborano assiduamente e rispettano con scrupolo e responsabilitą le mansioni loro assegnate.

“Fino ad  ora l’Associazione si č impegnata sul fronte dei bisogni riguardanti la parrocchia, l’ assistenza agli anziani e le persone bisognose, come pure del regolare svolgimento dei cortei religiosi anche fuori il nostro paese – ci riferisce il dinamico presidente del sodalizio – Giuseppe Baffa, studente universitario, - e stiamo provvedendo ad allargare il nostro campo di interventi anche su altri settori, come la valorizzazione delle risorse storiche e culturali di Santa Sofia d’Epiro.  In questi giorni ha preso avvio la campagna di adesione all’Associazione  per il prossimo anno sociale, con una novitą: per la prima volta le iscrizione sono aperte anche alle ragazze.Un motivo in pił per contare su un coinvolgimento maggiore di persone interessate a dare il proprio contributo per migliorare la vivibilitą all’interno della realtą locale”.

Adriano Mazziotti

priru / torna