Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
NOTIZIE lajme NOTIZIE lajme
LAJME notizie Lajme notizie
da e per IL MONDO ALBANESE
 
Gli Arbëreshë della Calabria - SAN DEMETRIO CORONE

PAGINA A CURA DI ADRIANO MAZZIOTTI

RICORDATO L’AVV. GIUSEPPE BAFFA 
(Un arbëresh  morto per i “fratelli albanesi”)

Il primo anniversario della tragica scomparsa dell’avv. Giuseppe Baffa è stato ricordato con una messa di suffragio celebrata  nella chiesa di rito bizantino del SS Salvatore in Cosenza, officiata dal papàs Angelo Belluscio, alla quale era  presente anche il Vescovo della diocesi di Lungro, Mons. Ercole Lupinacci.

Giuseppe Baffa, 46 anni, nativo di S. Demetrio Corone (CS) , perse la vita assieme  ad un altro avvocato, Francesco Perrotta, il 13 gennaio dello scorso anno mentre si recava a Brindisi per partecipare in qualità di legale di parte civile   ad una udienza. Il   processo a cui doveva prendere parte  riguardava l’affondamento della corvetta albanese “Kater i Rades”, speronata nel canale d’Otranto dalla motovedetta italiana “Sibilla” il Venerdì Santo del 1997,  a seguito del quale trovarono la morte un centinaio di albanesi, in maggioranza donne e bambini.

L’inchiesta sull’incidente stradale di un anno fa, che molti trovarono sospetto, è ancora in corso.

Dopo la celebrazione religiosa, presso la Casa  delle Culture è seguita una cerimonia organizzata dall’Associazione Skanderbeg di Bologna, per testimoniare la riconoscenza e l’affetto di tutti gli associati e dei familiari delle vittime albanesi.

Un attestato realizzato su tela dall’artista Andrea Mauro è stato consegnato alla moglie e alle due figlie dell’avv. Baffa da parte di Giuseppe Chimisso, presidente del sodalizio bolognese.

Hanno aderito alla iniziativa, inviando un messaggio di partecipazione, l’ambasciatore d’Albania Leontiev Cuci; l’Ambasciata Albanese presso la Santa Sede; l’Osservatorio Permanente Italia-Albania di Brindisi; i direttori delle testate “Noi albanesi in Italia” di Pavia; “Kamastra” dal Molise e “Bota Shqipetare” di Roma.

Numerose  le comunicazioni telefoniche di adesioni giunte da parte di tanti cittadini arbëreshë  e albanesi. Messaggi sono pervenuti  anche dai  senatori Luigi Manconi, del Gruppo Verdi del Senato, e  Giovanni Bersani.

                                                                                                                    Adriano Mazziotti

priru / torna