Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
 

Happening multietnico il 4 – 6 maggio – Un centinaio gli Albanesi

Altri Mondi in festa a Pasiano

PORDENONE. “Altri Mondi” in festa a Pasiano. Il Comune, in collaborazione con l’Associazione italo – albanese “Arberia”, Progetto Giovani e varie associazioni di immigrati, sta allestendo per la seconda volta la festa multietnica che si intitola, appunto, “Altri Mondi”. La manifestazione è in programma per il 5 – 6 maggio e si articolerà in una partita di calcio al mattino e una rassegna pomeridiana e serale presso il Palasport con esposizione di prodotti artigianali e gastronomici tipici, danze, musica e costumi dei Paesi aderenti all’iniziativa. Perché una festa multietnica a Pasiano? Il paese ospita ormai rappresenta delle più svariate ed esotiche etnie. Albanesi, Africa, Asiatici, Sudamericani, Qui, nonostante la difficoltà di trovare una sistemazione per le proprie famiglie, la popolazione extracomunitaria ha raggiunto una  densità importante. A Pasiano possiamo incontrare a dirittura 35 nazionalità diverse, per un totale di 380 stranieri su una popolazione residenti di 7199 abitanti. Gli Albanesi sono circa un centinaio e sono integrati bene nel territorio. Molto attiva è l’Associazione socio – culturale “Arberia”; la sua positiva esperienza accumulata negli anni, soprattutto attraverso manifestazioni culturali e folcloristiche ma anche grazie all’azione per ridurre il disagio sociale, ha ad tempo ormai superato le frontiere del Friuli-Venezia Giulia. Arberia è additata, fra il complesso panorama di associazioni straniere in Italia, quale modello cui ispirasi.Non dimentichiamo che il fenomeno immigratorio non si limita agli sbarchi di clandestini  o agli episodi di delinquenza ma ha risvolti tragici che riguardano la maggior parte degli extracomunitari usati in primo luogo dalla scarsa conoscenza di un lavoro e di un alloggio, la difficoltà d’inserimento dei bambini nelle itituzioni scolastiche e ricreative.

 

  Armando Roda

priru / torna