Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

SAN DEMETRIO CORONE – 15 DIC

IL PAESE PERICOLOSAMENTE AVVOLTO DA CAVI ELETTRICI

Una situazione di grave pericolo, da tempo trascurata, incombe sul paese e sui suoi abitanti. Non vi è casa, sia nel centro storico, sia nei rioni da nord a sud di San Demetrio, che non sia avvolta da cavi elettrici dell’Enel e di Telecom. Gli edifici, sia quelli privati che quelli pubblici, come la stessa sede del Comune, hanno aggrovigliati cavi elettrici attaccati ai muri, pericolosissimi sia per chi vi abita dentro, sia per le persone che vi passano sotto. Se si considera poi che San Demetrio, come risulta da uno studio compiuto dall’Enel, è il quarto paese fra i più ventosi in Italia, con una velocità media annua del vento di sei metri al secondo, è facilmente intuibile quante rischi ci sono che si possa verificare una caduta o spostamento di cavi elettrici con conseguenze gravi. Se a ciò si aggiunge che la vetustà delle abitazioni ha reso i muri esterni delle case friabili e poco resistenti, ne deriva una situazione di insicurezza ambientale molto grave.

Tutto ciò da anni, senza che l’Enel o Telecom abbiano mai provveduto a mettere in sicurezza i fili elettrici e i cavi telefonici, sotterrandoli, così come previsto da norme di legge, o abbiano dato seguito alle richieste pressanti dei proprietari delle case che più volte hanno protestato per le procedure non conformi alle più elementari norme di sicurezza usate dall’Enel o da Telecom nella distribuzione elettrica e telefonica nelle abitazioni del paese. In molte zone specialmente nel centro storico nal tratto dove ogni mattina passano gli studenti per recarsi nel Collegio di Sant’Adriano, masse di cavi elettrici pericolosamente collegati, rischiano di crollare specie d’inverno quanto il vento soffia in modo impetuoso.

L’Amministrazione comunale ha fatto sapere di aver informato l’Enel e Telecom anche se in forma di raccomandazione della situazione e ha anche assicurato che intraprenderà tutte le iniziative più opportune affinché la grave situazione venga affrontata e risolta in modo definitivo.

 

Giovanni Luca Baffa

priru / torna