Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta

Gli Arbëreshë di San Giorgio Albanese

17 - 18 Maggio 2003

San Giorgio Albanese (CS)

II° incontro nazionale dell'Associazione

"San Giorgio e i suoi Comuni"

 

SAN GIORGIO ALBANESE

DUE GIORNI DI FESTEGGIAMENTI PER IL XVII CENTENARIO DEL MARTIRIO DI S. GIORGIO MEGALOMARTIRE

Nella ricorrenza  del XVII centenario del martirio di S. Giorgio Megalomartire, l’Amministrazione comunale ha organizzato due giorni  di manifestazioni volte a sollecitare una forte partecipazione alla vita religiosa e culturale, e dare l’opportunità alla popolazione di riappropriarsi dei valori legati a elementi peculiari della liturgia bizantina e alla storia di questa comunità di etnia albanese.

Le  manifestazioni di sabato 17 e domenica 18 sono state il risultato del lavoro congiunto del Comune con il Centro studi per le minoranze albanesi e l’Associazione S. Giorgio e i suoi comuni. La segreteria tecnica del convegno è stata curata  dalla Meridian service di Rosina Ambrosio.

Sabato 17 presso il complesso del Centro studi il sindaco Vincenzo Minisci ha aperto il primo incontro  sull’anniversario dedicato al Santo protettore del paese; a seguire gli interventi  del presidente della Pro loco, Giorgio Esposito e di Gianni Baracchi, presidente della Associazione S. Giorgio e i suoi comuni.  I saluti delle autorità religiose sono stati pronunciati dal parroco, papàs Vittorio Scirchio e dal vescovo della diocesi di Lungro, mons. Ercole Lupinacci.

Il convegno è continuato il pomeriggio con la relazione sul tema “Il culto di S. Giorgio nel mondo bizantino” del direttore del Dipartimento di storia bizantina dell’Unical, Filippo Bulgarella, cui è seguito l’intervento del maestro iconografo Stefanos Armakolas, su  “L’iconografia bizantina e in particolare quella su S. Giorgio Megalomartire”.

A conclusione della prima giornata spazio anche alla musica con il gruppo strumentale “Mbuzati”,   che  ha proposto brani  del suo apprezzato repertorio musicale.

Domenica 18, la Santa messa celebrata nella chiesa parrocchiale  e la processione  per le vie principali del paese, cui hanno partecipato i sindaci di alcune amministrazioni comunali e delle comunità facenti parte della  Associazione S. Giorgio e i suoi comuni, accompagnati dai rispettivi gonfaloni, hanno caratterizzato la seconda giornata della manifestazione . Di sera appuntamento con le iniziative ricreative: l’esibizione di gruppi folkloristici arberesh e lo spettacolo teatrale “S. Giorgio cavaliere”, di Lucio Vinciarelli, molto applaudito dal pubblico.

Spazio pure  alle iniziative collaterali, come l’allestimento di una nutrita esposizione di icone, stand sull’artigianato locale e una   mostra del pittore albanese Petrit Ceno.

Molto attesa e riuscita la II edizione dell’incontro nazionale “Associazione S. Giorgio e i suoi comuni”, originale sodalizio nato da una felice iniziativa di pubblici amministratori incontratisi  lo scorso anno a Porto S. Giorgio (AP) per rinsaldare l’amicizia tra le popolazioni residenti nei comuni che portano il nome del Santo a cavallo intento ad abbattere il drago, 28 in tutta Italia.

Adriano Mazziotti

NELLA FOTO: San Giorgio Megalomartire nell’atto di uccidere il drago. Il ritratto accompagna un lavoro sulla vita del Santo realizzato dal cavaliere Cosmo Laudone, cultore di storia sangiorgese.

Per saperne di più: www.sangiorgio.org

priru / torna