Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
NOTIZIE lajme NOTIZIE lajme
LAJME notizie Lajme notizie
da e per IL MONDO ALBANESE
 
Gli Arbėreshė della Calabria - SPEZZANO ALBANESE
 

LA MARCIA DELLA PACE FA TAPPA A SPEZZANO ALBANESE

SPEZZANO ALBANESE – “Peace Run”, la corsa a staffetta pił lunga del mondo organizzata dai membri della Sri Chinmoy Marathon Team, un’organizzazione internazionale no profit, con sede negli stati Uniti, che ritiene lo sport un potente strumento per promuovere la pace nel mondo, nella mattinata di venerdģ 5 ottobre ha fatto tappa a Spezzano Albanese.

Ad accogliere i 16 maratoneti (uomini e donne) di passaggio (tre italiani, un ungherese, quattro austriaci, un francese, un tedesco, un olandese, uno iugoslavo, un ceco, un inglese, un finlandese e uno slovacco), c’erano presso la sala consiliare, autoritą civili e religiose e una gran folla di studenti e docenti in rappresentanza delle scuole del comune, che hanno cosģ inteso partecipare a questa marcia mondiale per la pace, unica nel suo genere.

La Peace Run fondata dal filosofo di pace Sri Chinmoy coinvolge ogni anno centinaia di migliaia di persone. Quest’anno, attraverso 45 nazioni europee ed un percorso di 24 mila chilometri, porta la fiaccola della pace nelle pił grandi capitali del mondo e nei pił piccoli e sperduti paesi e villaggi di periferia, toccando le vite di numerosi individui.

Il messaggio di pace che i partecipanti alla marcia hanno voluto veicolare, altamente educativo e simbolico, sta nella necessitą di divulgare una cultura di pace che partendo da ogni individuo, possa coinvolgere i politici. Ogni aggressione porta ad una nuova aggressione. Ognuno di noi, singolarmente, deve fare un passo per la pace. Dobbiamo cambiare dentro di noi per cambiare il mondo e correre per la pace per vivere in pace.

Dopo il saluto degli assessori all’associazionismo e volontariato Ferdinando Cannataro e alla cultura Carolina Luzzi, č brevemente intervenuto il parroco Don Luigi Tallarico per sottolineare che la pace č una dimensione del nostro spirito; essa si costruisce giorno per giorno e questa manifestazione di pace deve modificare i nostri atteggiamenti e lasciare un segno nei giovani spezzanesi. Dopo il passaggio di mano in mano della fiaccola della pace, tutti i partecipanti, pubblico, alunni e insegnanti compresi, hanno marciato per le principali vie del paese, coinvolgendo i cittadini al loro passaggio.

La maratona della pace che sta risalendo l’Italia, č partita il 1° marzo scorso da Lisbona. Ha gią percorso gran parte del proprio itinerario e dopo aver toccato moltissime altre localitą italiane fra cui Roma, attraverserą Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Macedonia, Austria, Slovacchia, per concludersi a Budapest, la capitale ungherese, il prossimo 24 ottobre.

                                                                           Riccardo Fera.

priru / torna