Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
 

ISTITUTO DI RICERCA PER L'ARTE

E LA LETTERATURA

Tel. 349 4282197

Redazione Cultura

 

I Beni Culturali come Risorsa

Un saggio di Pierfranco Bruni, presentato nei giorni scorsi a Roma, analizza, attraverso parametri istituzionali e didattici, la storia dei beni culturali in Italia

Un confronto politico e culturale che coinvolge i territori e gli Enti locali

I beni culturali sono patrimonio nazionale all'interno di una visione che pone come interlocutore l'aspetto non solo economico ma anche quello identitario. Oggi il concetto di risorsa resta fondamentale e per l'occasione l'Istituto di Ricerca per l'Arte e la Letteratura ha pubblicato, in questi giorni, il saggio dal titolo: La Risorsa Beni Culturali. Identitą, aspetti giuridici e processi educativi (Edito da Iral, 2004, Tel. 3494282197) di Pierfranco Bruni, funzionario del Ministero per i beni e le attivitą culturali e rappresentante dello stesso Ministero nella Commissione Nazionale Unesco.

L'approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri, del Codice dei beni Culturali č una testimonianza importante che punta a considerare la cultura come vera e propria risorsa.

Questo volume che apre una discussione nuova, a tutto tondo, sulla questione passa in rassegna quei percorsi giuridici e culturali che hanno portato al Codice dei beni culturali. Il testo che sviluppa, in 216 pagine, le tesi sull'attuale dibattito sui beni culturali si sofferma sul rapporto tra economia e cultura, tra vocazioni e investimenti, tra realtą nazionali ed Enti locali sottolineando l'importanza del ruolo dei musei, delle biblioteche, del territorio e del dialogo costante tra paesaggio e culture sommerse. L'attualitą di questo lavoro scientifico di Pierfranco Bruni pone all'attenzione riferimenti fondamentali come la tutela, la valorizzazione, la fruizione. Elementi sui quali Bruni, con competenza ed esperienza, si č soffermato ponendo al centro, tra l'altro, il valore pedagogico del bene culturale e le capacitą produttive che possono innescare.

"Gią di per sé, sostiene Pierfranco Bruni, il bene culturale č una risorsa. Bene e cultura e nello stesso tempo risorsa in quanto portatrice di sviluppo, investimento, interazione con le attivitą produttive e con le realtą territoriali. Si č, in pił occasione, cercato di avanzare una discussione a tutto tondo sulla problematica dei beni culturali partendo da riferimenti legislativi e proiettandosi all'interno del vasto dibattito sulla questione cultura, culture sommerse, progettualitą, capacitą di elaborare interventi attraverso esperienze che provengono da un costante lavoro sul campo".

Infatti, la linea dominante del saggio č dettata dal concetto di Risorsa che viene proposta come idea guida nei confronti di una cultura che ha bisogno necessariamente di essere valorizzata. Bruni offre delle chiavi di lettura importanti anche per ciņ che concerne il ruolo che gli Enti locali possono rivestire in merito alla materia dei beni culturali. Un libro che si avvale, tra l'altro, di un'ampia bibliografia e di riferimenti storici che chiariscono il concetto di patrimonio e di cultura nel corso delle varie epoche sino al varo del Testo Unico e del Codice dei beni culturali. Un saggio attualissimo che ha una valenza istituzionale e pone delle istanze per un raccordo articolato tra Ministero ed Enti locali senza mai trascurare le questione relative al bene culturale come educazione, come comunicazione come formazione e come consapevolezza identitaria.

priru / torna