Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
 

Comitato Nazionale per la valorizzazione del patrimonio culturale

delle minoranze etnico – linguistiche in Italia

 

 

La valorizzazione delle minoranze etnico – linguistiche e il patrimonio culturale. Un tracciato che va dagli Italo – Albanesi ai Ladini, dai Grecanici agli Occitani.

 In corso di svolgimento la Seconda Fase.

 

Pierfranco Bruni: “Si tratta di una ricerca e di un progetto che focalizzano le identità di queste comunità attraverso una lettura dei codici non solo linguistici ma anche artistici, antropologici e letterari. Un percorso significativo tra le etnie storiche in Italia”.

 

      Il Ministero per i beni e le attività culturali, Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali, ha promosso  un progetto  sulla cultura delle minoranze etnico – linguistiche in Italia. Il progetto, coordinato dal dott. Pierfranco Bruni, riguarda le 12 etnie contemplate nella Legge 482/99.  

      La prima fase della ricerca ha riguardato la storia e la tradizione  degli italo – albanesi con percorsi che interessano l’arte, la letteratura e la musica. Una mostra pannellare verrà inaugurata, dopo quella già svolta nell’estate scorsa, nelle sale della Biblioteca Nazionale di Cosenza con un itinerario sui viaggiatori europei e italiani nei paesi Arbereshe. La mostra si arricchisce di un catalogo e di un ulteriore tracciato artistico che raffigura i volti Arbereshe.

      La seconda fase toccherà i Grecanici e i Ladini. Due realtà geograficamente ben distinte che hanno una loro presenza storica e culturale sui territori di appartenenza.

      Il lavoro di svolge di intesa con il Comitato Nazionale per la valorizzazione del patrimonio culturale delle minoranze etnico – linguistiche in Italia.

      “E’ naturale che il Progetto generale, sottolinea Pierfranco Bruni – Responsabile del coordinamento-,  riguarderà tutte le etnie contemplate dalla vigente normativa e interesserà tutto il territorio nazionale: dal Sud al Nord.  Le presenze di comunità di minoranza sono una ricchezza e ci permettono di stabilire un raccordo tra civiltà proveniente dall’Occidente e quelle di cultura orientale. La ricerca è abbastanza vasta ma approfondiremo ogni realtà con lo studio e l’attenzione dovute. C’è tutto un patrimonio da esplorare e l’aspetto didattico è uno strumento che ci permetterà di proporre modelli di conoscenza appropriata. Stiamo lavorando sui Grecanici e parimenti svolgiamo una ricerca sui Ladini con degli incontri che si svolgeranno nel territorio di Bolzano ”.

priru / torna