Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
 

INTER – SINODO

Lettera Periodica

Commissione Centrale di Coordinamento del II Sinodo Intereparchiale

(Eparchie di Lungro e di Piana degli Albanesi  - Monastero Esarchico di Grottaferrata)

56/2004                                                                                                                                              “L’informazione ordina e coordina” (Besa)

 

INCONTRO DELLA CCC CON GLI ORDINARI

29 GENNAIO 2004 - ROMA

 

Comunicato della Segreteria esecutiva

 

Il 29 gennaio 2004, si è svolta a Roma, presso la sede della Segreteria centrale, una riunione congiunta tra gli Ordinari delle tre Circoscrizioni Bizantine in Italia e i membri della Commissione Centrale di Coordinamento.

La riunione è stata aperta con la preghiera per il Sinodo guidata da S. E. Mons. Ercole Lupinacci.

Il presidente della CCC, Archimandrita Eleuterio F. Fortino, ha informato sulla situazione della preparazione del Sinodo:

a)     Tutte le Commissioni hanno riveduto i progetti di schemi sulla base delle reazioni delle Comunità locali;

b)     Ora prende l’avvio la “lettura critica” degli schemi da parte della CCC, con l’aiuto degli esperti;

c)     Su tutti gli schemi sono stati già interpellati “esperti” in materia.

 

S. E. Mons. Ercole Lupinacci, S. E. Mons. Salvatore Ferrara e il Re.mo Archimandrita Padre Emiliano Fabbricatore hanno ringraziato la CCC per il lavoro di promozione e di coordinamento e tutte le Commissioni che hanno preparato gli schemi sinodali e in seguito riveduti dopo le consultazioni delle Comunità locali.

È seguita la presentazione dei punti all’O.d.G. e la discussione con gli Ordinari. Sono state prese le decisioni riguardanti:

a)  La modalità di consegna – agli Ordinari - dei progetti sinodali riveduti dalla CCC. Saranno inviati loro schema dopo schema, a mano a mano, che l’esame della CCC è considerato concluso. La CCC riconsidererà in seguito eventuali osservazioni degli Ordinari;

b)  La presentazione, da parte dell’Archimandrita Donato Oliverio, del progetto di Regolamento del Sinodo, approvato in linea di massima, con richiesta di ulteriori precisazioni;

c)  La presentazione, da parte dell’Archimandrita Antonino Paratore, di un progetto per invito a delegati fraterni di Chiese ortodosse al Sinodo;

d)  E’ stato ricordato che al I Sinodo Intereparchiale (1940) ha preso parte una delegazione della Chiesa ortodossa autocefala di Albania;

e)  E’ stato concordato di invitare rappresentati della CEI, delle Conferenze Regionali di Calabria, di Sicilia, del Lazio e delegati di alcune altre Chiese cattoliche;

f)    E’ stata presentata l’opportunità di invitare vescovi cattolici, in Italia e all’estero, di quei luoghi dove vive un numero consistente di italo - albanesi;

g)   Sono state presentate, da parte di P. Antonio Costanza del Monastero di S. Maria di Grottaferrata, questioni logistico - organizzative. I Sinodali saranno ospitati nel Centro “Mondo Migliore” sul lago di Castelgandolfo.

 

Nel pomeriggio i membri della CCC hanno preso in esame la revisione del “Prologo: “Contesto teologico e pastorale del Sinodo”.

La CCC si incontrerà a Roma il 26 febbraio per l’esame di due progetti di schemi:  a) “La Sacra Scrittura e la Chiesa locale”; b) “Catechesi e Mistagogia(Inter-Sinodo).

 

I comunicati della Segreteria o della Commissione Centrale di Coordinamento per la preparazione del II Sinodo  Intereparchiale  possono  essere  ripresi  e  divulgati  liberamente.

Sede: via dei Greci 46 – 00187 Roma; Tel/ Fax  06/3644903;  www.santatanasioroma.subito.cc; intersinodo@libero.it

priru / torna