Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

Centro Studi

e Ricerche

Francesco Grisi   

 

 

C.a. del DIRETTORE

 

Giovanni Paolo II poeta

Un saggio sulla sua poesia sarà pubblicato dal Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi” diretto da Pierfranco Bruni

“La luce oltre il deserto. La poesia di un Papa”

L’importanza della parola poetica come rivelazione e preghiera

 

      La poesia di Giovanni Paolo II sarà al centro di un saggio letterario che verrà pubblicato dal Centro Studi e Ricerche Francesco Grisi, diretto da Pierfranco Bruni, che ai temi cristiani, religiosi, ontologici dedica molta parte della sua ricerca. La figura e l’opera di Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla) saranno oggetto di uno studio  anche dal punto di vista poetico. Ha scritto dei testi di poesia (oltre a quelle teatrali) singolari che si inquadrano in un contesto di letteratura che pone al centro l’uomo con il suo bisogno di rivelazione.  

      <Il Centro Studi e Ricerche Francesco Grisi, sottolinea Pierfranco Bruni, nell’esprimere vivo dolore per la scomparsa di un grande Pontefice, dedicherà uno studio alla sua poesia (avviato già mesi or sono) con un saggio dal titolo: “La luce oltre il deserto. La poesia di Giovanni Paolo II”, nel quale verranno analizzati i suoi testi poetici attraverso cinque capitoli: “Il silenzio e il mistero”, “La preghiera e la speranza”, “La meditazione e l’uomo”, “L’inquietudine e il viaggio”, “La redenzione e il Cristo”. La sua poesia (ha scritto e pubblicato diversi testi) è una forte componente del misterioso che attraversa la parola in anni drammatici>.

      Restano emblematiche le poesie del 1939 e in modo particolare gli struggenti versi dedicati alla madre dal titolo: “Sulla tua bianca tomba”. Il ricordo della madre, l’immagine di Cracovia, i luoghi della sua infanzia sino ai temi della Passione e Rivelazione si intrecciano con un canto che richiama costantemente una silenziosa contemplazione. In fondo la poesia è mistero che chiede alla contemplazione di farsi vita. Nella poesia di Karol Wojtyla questi aspetti sono predominanti. Una poesia dai toni incisivi con un verseggiare che a volte diventa rarefatto e a volte il dato prosastico prende il sopravvento. Si tratta di un poesia fatta di immagini e la sua tensione lirica è sempre un colloquiare.

      <La sua poetica, aggiunge ancora Bruni, è dentro il contesto letterario contemporaneo. Un processo letterario in cui libertà (o pluralismo) e sacro costituiscono elementi non solo teologici ma anche poetici. La poesia di Wojtyla è un percorso dentro il mistero della parola>.

      Un saggio, dunque, che affronterà, dal punto di vista letterario (e poetico in particolare), l’importanza della comunicazione del linguaggio poetico.

                                                                                                                   Info 338 9108211

LIBRI: LA POESIA DI GIOVANNI PAOLO II IN UN SAGGIO DI PIERFRANCO BRUNI - L'INIZIATIVA DEL CENTRO STUDI E RICERCHE ''FRANCESCO GRISI''

      Taranto, 8 apr. (Adnkronos/Adnkronos Cultura) - La poesia di Giovanni Paolo II sara' oggetto di un saggio che sara' pubblicato dal Centro Studi e Ricerche ''Francesco Grisi'' diretto da Pierfranco
Bruni, che ai temi cristiani, religiosi, ontologici dedica gran parte della sua ricerca. La figura e l'opera di Karol Wojtyla saranno dunque analizzate tramite una ricerca attenta anche dal punto di vista poetico. Il defunto papa ha infatti scritto dei testi poetici singolari che si inquadrano in un contesto di letteratura che pone al
centro l'uomo con il suo bisogno di rivelazione.

      La pubblicazione, avra' per titolo ''La luce oltre il deserto'' e comprendera' cinque capitoli: ''Il silenzio e il mistero'', ''La preghiera e la speranza'', ''La meditazione e l'uomo'', ''L'inquietudine e il viaggio'', ''La redenzione e il Cristo''. Da ricordare le suggestive poesie del 1939 e in modo particolare gli struggenti versi dedicati alla madre dal titolo: ''Sulla tua bianca tomba''.

      Il ricordo della madre, l'immagine di Cracovia, i luoghi dell'infanzia del pontefice si intrecciano con un canto che richiama costantemente ad una silenziosa contemplazione.

priru / torna