Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

RICORDO DI IBRAHIM RUGOVA

di Costantino Frate

Il 21 gennaio 2006 č morto Ibrahim Rugova, leader degli albanesi del Kossovo.

Per coincidenze fortuite ho avuto il privilegio di conoscerlo e di avere con lui una lunga ed amichevole conversazione nel 1994.

Quale circostanza favorģ l’incontro?

In quel giorno l’Agenda del Sindaco di Roma Francesco Rutelli prevedeva l’incontro con una delegazione del Kossovo guidata da Rugova. Un funzionario dell’Ufficio del Cerimoniale del Sindaco, sapendo della mia origine arbėreshė venne nel mio ufficio (Palazzo Senatorio, sede del Comune di Roma) e mi invitņ ad intrattenere per qualche minuto la delegazione in attesa dell'incontro ufficiale col Sindaco. I

mmenso fu lo stupore misto a compiacimento del dr. Rugova nel sentire un italiano che si rivolgeva a lui in arbėrisht.

Naturale che mi chiese la mia origine e volle sapere dei paesi albanofoni del Molise.

Quando gli comunicai che ai miei figli, nati a Roma, parlavo in albanese si commosse a tal punto che  manifestņ il desiderio di sentirli questi romani parlare la sua stessa lingua.

Fu cosģ che mio figlio, nel frattempo rintracciato per telefono, ebbe la possibilitą di conversare con lui.

Durante la nostra conversazione, mi colpģ di lui il modo pacato con cui conversava e la determinazione di voler raggiungere i suoi fini politici ripudiando la violenza e privilegiando invece il dialogo e la ragione.

Proprio per questo aveva deciso di incontrare una serie di personaggi politici in ambito internazionale.

Mi auguro che chi raccoglierą il testimone possa agire con la stessa classe, spirito e stile di Ibrahim Rugova Presidente del Kossovo.

priru / torna