Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

mibac

COMITATO NAZIONALE MINORANZE ETNICO-LINGUISTICHE IN ITALIA

GRANDE SUCCESSO A ROMA DELLE GIORNATE NAZIONALI DEDICATE ALLE MINORANZE ETNICO-LINGUISTICHE

Grande successo a Roma delle giornate nazionali dedicate alle minoranze etnico-linguistiche, organizzate dal Comitato Nazionale del Ministero Beni e Attività Culturali. La prima giornata è stata dedicata ad Etnie e culture – un confronto da vivere ed alla presentazione e distribuzione della ricerca “Un Bene Culturale per Comunità”, curata da Pierfranco Bruni e Maria Zanoni; ha concluso il meeting la proiezione multimediale, curata da Claudia Rende, dei beni culturali delle 12 etnie presenti in Italia, che un numeroso pubblico, proveniente da varie regioni italiane, ha seguito con attenzione ed interesse.

Nella seconda giornata, dedicata alla cultura grecanica di Puglia e Calabria, è stato proiettato un DVD sui canti e le tradizioni popolari del Salento, a cura del giornalista Roberto Inciocchi. Della terza giornata, coordinata dal presidente dell’Associazione internazionale critici letterari, Neria De Giovanni, è stata interamente protagonista la cultura catalana e sarda.

Ad Arti e mestieri Expo della Fiera di Roma la Calabria ha gestito brillantemente lo spazio riservatole: in parallelo alla grande mostra-mercato, dedicata ai prodotti tipici di qualità ed alle produzioni artigianali, si è sviluppato un programma di eventi ad alto livello culturale.

Durante la prima giornata, dedicata ai beni culturali delle etnie storiche presenti in Italia, il Comitato Nazionale, alla presenza del dirigente dei Servizi Istituti Culturali del Mibac, dott.ssa Rosa Vinciguerra, ha tratto le conclusioni della ricaduta sul territorio della diffusione delle 20 ricerche pubblicate e dei 70 convegni scientifico-divulgativi tenuti presso varie Comunità minoritarie. La Vinciguerra ha avuto parole di elogio nei confronti del Comitato, definito una realtà importante a livello nazionale, particolarmente attiva nella ricerca e valorizzazione delle culture e delle tradizioni delle Minoranze, un punto di riferimento che ha saputo coinvolgere i giovani e lasciare un prodotto di ampio profilo scientifico. Alle parole del rappresentante del Ministero ha fatto seguito il plauso del rappresentante della Regione Calabria, on. Egidio Chiarella, per il quale l’attività di ricerca e di promozione culturale è la chiave positiva per lo sviluppo della società calabrese che avanza attraverso il mercato e le nuove tecnologie, ma deve rapportarsi con le radici dell’essere e ciò che rappresenta la nostra storia, che va tutelato e non disperso.

Per Chiarella, Segretario regionale della IV Commissione Assetto del territorio, il Comitato è esso stesso un bene culturale, il cui lavoro di ricerca si è caratterizzato per l’instancabile impegno di professionisti e giovani ricercatori che si sono spesi in un tragitto culturale in cui credono. Un percorso su un patrimonio enorme che va salvaguardato ed investito per il futuro. Tradizioni religiose, culturali, enogastromiche, inserite in giusti percorsi turistici, possono diventare una risorsa economica e di sviluppo – ha detto Chiarella, rivolgendosi ai numerosi giovani calabresi presenti in sala.

All’incontro della seconda giornata, dedicata alla cultura grecanica, il saluto della Regione è stato portato dall’Assessore alle Attività Produttive, che tramite il suo portavoce, la dott.ssa Filomena Pandolfi, ha ribadito come la valorizzazione dei beni culturali, della creatività, delle realizzazioni artigianali, dell’enogastronomia contribuisce ad offrire un’immagine fortemente valida della nostra terra e delle potenzialità che essa offre; pertanto è meritevole di apprezzamento l’operato del Comitato Minoranze che in questa direzione ha concretizzato idee e progetti, per la valorizzazione del ricco patrimonio della regione in cui insistono le più numerose presenze minoritarie (Albanesi, Grecanici, Occitani).

Si è concluso, così, tra plausi ed applausi, alla presenza di Autorità Istituzionali e studiosi, il progetto di ricerca e valorizzazione dei patrimoni delle comunità minoritarie, iniziato dal Co.Na.M. nel 2004. Con le giornate romane, intitolate “Segni Mediterranei”, all’insegna della cultura, della conoscenza e della valorizzazione del ricco patrimonio di storia, tradizioni, beni paesaggistici, artistici e culturali delle Comunità minoritarie, si conclude il viaggio del Comitato Nazionale tra le Minoranze Etnico-Linguistiche, un processo culturale ed esistenziale che coinvolge culture e civiltà, alla luce di un confronto tra culture che presentano segni di diversità ma anche tracciati il cui approfondimento resta fondamentale.

Info: 3389108211

www.etnieitalia.it

Tel e fax: 0995925239

priru / torna