ARBITALIA 

ShtŽpia e ArbŽreshŽvet tŽ ItalisŽ
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
 

LA SCOMPARSA DI ROSA RENNIS DI LUNGRO

Con la sua scomparsa se ne va un pezzo della storia dell' intera Comunitŗ  Di Lungro

Rosa Rennis era  per quelli che non la conoscevano, una raffinata ed eccellente artigiana di Lungro.  I costumi tradizionali arbŽreshe cuciti da Rosa erano di singolare bellezza, dei veri e propri capolavori artistici...autentiche opere d‚€™arte e di sartoria. I vestiti tradizionali arb”ęresh”ę sono, o forse dovrei dire erano, il simbolo pi√Ļ originale della nostra cultura italo-albanese ‚€¶ed √® grazie a Rosa che oggi molti di noi hanno i costumi che possono tramandare di generazione in generazione. A partire dagli Anni Sessanta l‚€™uso dei costumi tradizionali √® andato scemando insieme a molte altre tradizioni; molte donne, iniziarono a vestire ‚€œall‚€™italiana‚€Ě o da ‚€œzonje‚€Ě (‚€œda signora‚€Ě) per ragioni di praticit√ , ma Rosa ha sempre cucito e ricamato‚€¶. non solo per le donne che ancora portavano il costume ma anche per le tante ragazze che desideravano averne uno per ricordo.‚€œXhipuni‚€Ě Rosis njifei, aveva una firma invisibile, ovunque lo vedevi lo riconoscevi, precisione, raffinatezza, eleganza. In un ambito economico molto povero e ristretto, lei riusc√¨ a mantenere la tradizione di cucire i preziosi costumi artigianalmente tramandandone l‚€™uso di generazione in generazione.

E chi meglio della cara Fortuna Tufo, scomparsa da poco alla quale va il mio affettuoso pensiero, poteva dare il giusto risalto alle opere d‚€™arte di Rosa?.. Quando Fortuna Tufo passava per il paese vestita in costume per andare in chiesa, tutta l‚€™opera di Rosa emergeva nella sua bellezza e le due arti, cucire e indossare, era per tutti noi l‚€™orgoglio della nostra tradizione. Oggi si assiste ad una riscoperta del valore culturale e storico di questi caratteristici abiti ma non avremo pi√Ļ Rosa a insegnarci l‚€™arte del fare e per noi √® una grande perdita. Il garbo che lei aveva nel ricamare lo aveva anche nel parlare e comunicare e questo dava un valore maggiore alle cose che faceva e le rendevano ancora pi√Ļ uniche. Ez me tin Zot R√≤, nessuno mai si potr√  dimenticare di te in questo paese , te ne siamo grati e prega per tutti noi come hai sempre fatto mentre ricamavi nella tua assolata cucina.

Anna StratigÚ

 

priru / torna=