ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëvet të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka / Notizie da Lorenzo Zolfo
 

L’EVENTO. L’AGLIANICO SBARCA IN PIEMONTE. PRESENTE BARILE

BRA-BARILE- Il piccolo centro del Vulture, Barile, conosciuto per la produzione del vino aglianico doc del vulture e per la sua conservazione nelle famose cantine dello “Shieshe”, dove Pasolini girò il famoso film “Il Vangelo secondo Matteo”, ha partecipato nei giorni scorsi, a Bra, provincia di Torino, nella culla del Barolo e di altri grandi vini italiani nella splendida Agenzia di Pollenzo sede della prima Università degli studi di  Scienze Gastronomiche, della unica Banca del Vino Italiana, all’evento “VINO AL VENTO”, territorio in fumo? Vino, territorio, paesaggio inscindibile e irriproducibile, sono stati gli argomenti trattati. L’incontro dibattito organizzato dell’Università degli studi di Scienze Gastronomiche di  Pollenzo Bra da Slow Food, Banca del Vino, CNP, Italia Nostra,  Pro natura Cuneo ha affrontato il problema della tutela e salvaguardia del paesaggio, che è il risultato dell’interazione, nel corso della storia, fra la natura e gli uomini, rappresentando  l’esigenza inderogabile di tutelare questo paesaggio, in particolare dove vi sono radicate tradizioni e produzioni di grande pregio, come in questo caso due eccezionali territori espressione di due  grandi vini. Gli interventi  coordinati da Beniamino Marchetti Delegato CNP Piemonte e Valle D’Aosta ha visto la partecipazione di eminenti studiosi come  Carlo Petrini Slow Food, Carlo Ripa di Meana Italia Nostra ai quali e stato designato il premio all’impegno profuso per la tutela ambientale . Sono seguite le relazioni interessanti  delle associazioni naturaliste  ed esperti  universitari di agricoltura, sulle misura adottate dagli Enti  Pubblici Locali e quelle che si prefiggono di adottare a tutela del paesaggio e del patrimonio storico, artistico, agricolo ed enogastronomico.

Il Comune di Barile era presente nella prestigiosa assise piemontese con il Vice Sindaco, Giovanni Di Palma e l’Assessore all’Agricoltura, Donato Mastrodomenico. La richiesta avanzata, dagli amministratori di Barile, è stata quella di aprire un confronto  continuo  legando culturalmente ed enogastronomicamente  i due  territori che esprimono grandi potenzialità, espressione di grandi prodotti tipici locali di entrare a fare parte della Banca del Vino nazionale e di creare degli eventi e scambi in entrambi le realtà territoriali. Alla fine sono stati dati in dono come fiori i prodotti del vulture Acqua Minerale Gaudianello , vino Aglianico Doc di aziende di Barile , e l’olio extravergine  biologico Feudo, prodotti tipici e la proverbiale cortesia e semplicità lucana molto apprezzata.

Lorenzo Zolfo

priru / torna