ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëvet të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka / Notizie da Lorenzo Zolfo
 

GINESTRA. 22 MAGGIO 2007.  FATTO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SULLA “PROMOZIONE DELLA CITTADINANZA SOLIDALE”

Ginestra.

Lo scorso 22 maggio, presso la sede comunale di Ginestra,Ufficio Servizi Sociali,su segnalazione della Regione Basilicata, è stata indetta una riunione con il Comitato Locale di Garanzia, sulla Cittadinanza Solidale, al fine di verificare l’andamento e l’attuazione del programma a conclusione della prima fase di formazione. Com’è noto la Regione Basilicata con la Legge regionale 19/1 del 2005, n.3 “Promozione della Cittadinanza Solidale” ha realizzato interventi e servizi di cittadinanza solidale, in ogni Comune della Basilicata, come misure di contrasto della povertà e dell’esclusione sociale attraverso il sostegno delle condizioni economiche e sociali delle persone appartenenti a nuclei familiari esposte al rischio della marginalità sociale ed impossibilitate a provvedere al proprio mantenimento. A Ginestra, i beneficiari di questo sostegno solidale sono circa 10 persone.

Alla riunione, erano presenti:l’Ass. alle Politiche Sociali, geom.Fiorella Pompa, Sig.Roberto Russo, referente della Regione Basilicata, la responsabile dei Servizi Sociali del Comune, rag. Angela Maria Ciriello, l’ass. Sociale Francesca Bruno, i Consiglieri Comunali, Antonio Puzzolante ed Aldo Tardugno, il Pres. Pro-Loco, Antonella Pepe, i rappresentanti della Croce Rossa, Assunta Tucciariello e Antonio Summa.

Roberto Russo, ha introdotto i lavori, illustrando ai presenti lo stato di attuazione del programma così come disposto dalla Regione Basilicata e realizzato in collaborazione con l’APOFI-IL e Centro per l’impiego.

La referente comunale, Ciriello, procede ad informare i componenti del Comitato Locale di Garanzia sui compiti loro assegnati dalla citata L.R.n° 3/05. La stessa comunica che terminata la fase di orientamento in aula, alcuni beneficiari sono stati già avviati presso le aziende per i tirocini formativi e nei giorni seguenti si procederà all’avvio dei laboratori formativi con le associazioni di volontariato e le cooperative sociali.

Fa notare, inoltre, che il ruolo del referente comunale è stato determinante e con un carico di lavoro significativo anche se non previsto e finanziato, così come invece è stato fatto per altri attori.

L’ass. Fiorella Pompa ha posto il problema relativo alla possibilità di un inserimento lavorativo stabile ed a riguardo ha valutato la possibilità di costituire una cooperativa sociale per garantire la continuità delle attività.

Il Consigliere Comunale Antonio Puzzolante, in merito alla costituzione della suddetta cooperativa, invita la Regione a supportare economicamente l’avvio della stessa.

Mentre il Consigliere Comunale Aldo Tardugno sottolinea nel suo intervento che “il percorso di orientamento e formazione per alcuni beneficiari è stato poco adatto ai profili degli stessi mentre sarebbe stato più opportuno per alcuni procedere ad un inserimento lavorativo immediato”.

L’Assistente Sociale, Franca Bruno, sottolinea che alcuni cittadini hanno lamentato che i corsi relativi all’orientamento sono stati lunghi e non sempre hanno risposto alle loro aspettative.

Sulla validità del progetto tutti i presenti concordano.

Tutti i presenti, infine, convengono sulla necessità dello scorrimento della graduatoria a copertura dei posti liberati dai rinunciatari e dai premiati.

La foto riprende da sx Russo, Spataru, una beneficiaria della legge, Bruno e Ciriello.

Lorenzo Zolfo

priru / torna