ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëvet të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka / Notizie da Lorenzo Zolfo
 

GINESTRA. FERVONO INIZIATIVE A FAVORE DELLA COMUNITA’

Ginestra.

Nel piccolo centro arbereshe del Vulture, ultimamente, sono nate e stanno sorgendo, alcune iniziative, volte a migliorare la qualità della vita della cittadinanza.

Accanto ad alcuni esercizi commerciali, come l’apertura di una pizzeria in piazza Raffaele Ciriello e di un negozio, dove si può trovare di tutto un po’, chiamato “Mille idee”, si svolgono attività fisiche e di ballo col precipuo compito di raggiungere il benessere che si trae dal movimento.

L’oratorio “San Domenico Savio” della parrocchia San Nicola Vescovo è la sede dove si svolgono queste attività di moto e di ballo.

A presiedere la scuola di ballo, comprendente i balli di gruppo e le danze caraibiche, è Annamaria Rigillo, un’appassionata di questi balli che, per almeno tre volte la settimana, tiene desta l’attenzione ed in forma il corpo delle sue allieve. A frequentare questo corso sono solo in pochi, circa una decina, e tutte ragazze e donne. Avvicinata Annamaria Rigillo, ha riferito: “l’idea e l’esigenza di aprire una scuola di balli di gruppo è nata dal fatto che il paese è carente di questa attività. Il gruppo che frequenta il corso, anche se è esiguo, è molto attento e dotato di buona volontà. La poca frequenza al corso è dovuto probabilmente al fatto che a Ginestra vige un’apatìa, c’è chi scarta, a priori, l’idea di una scuola di ballo. Non mi scoraggio, continuerò, il gruppo, che frequenta il corso, è sempre presente e si è già affiatato”. Lo scorso 13 gennaio Annamaria ha organizzato una serata di ballo per far vedere alla popolazione la preparazione delle sue allieve, ha detto: “ l’idea di una serata di ballo è partita dal gruppo che frequenta il corso e, pensiamo, di aver dimostrato che il tempo libero trascorso attraverso il ballo è un ottimo viatico per la gente di Ginestra”.

Avvicinate alcune allieve hanno detto, Angela D.: “il ballo di gruppo l’ho sempre disprezzato, invece spronata da mia madre, ho iniziato a frequentare la scuola, mi sono messa a praticarlo, rendendomi conto della sua utilità. Mi piace, ho riscoperto una cosa che ho sempre denigrato. Nel gruppo regna un’armonia, l’unico rammarico è la poca presenza della gente”. Enza P. ha aggiunto: “il ballo di gruppo mi è sempre piaciuto, fin da bambina. Ringrazio Annamaria che ha avuto l’idea di aprire una scuola di ballo in un paese, per noi donne, privo di stimoli. Adesso posso affermare con convinzione che noi donne il tempo libero nel paese lo trascorriamo divinamente”.

Accanto alla scuola di ballo, per due volte la settimana si svolge un corso di ginnastica e l’avviamento ad alcune specialità sportive, come il Badminton, frequentato anche dal parroco Don Gilberto Cignarale.

Non c’è che dire, nel paese le attività ci sono, manca la frequenza alta, e,soprattutto, quella dei giovani.

Lorenzo Zolfo

priru / torna