ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka / Notizie da Lorenzo Zolfo
 

PARTECIPAZIONE DI UNA DELEGAZIONE LUCANA AD UN SEMINARIO FRANCESE SUI “GIOVANI E RURALITA’”. QUALI INTERVENTI ? TRA QUESTI ANCHE IL SINDACO DI GINESTRA, CAPUTO

Il 23, 24 e 25 gennaio una delegazione italiana, costituita da Antonio Sanfrancesco (project manager dell'Ireforr, partner ufficiale del progetto Grundtvig 4) e Fabrizio Caputo (Sindaco di Ginestra) ha partecipato in Borgogna, Francia, ad un seminario dal titolo "Giovani e ruralita', quali interventi" nel quadro del programma europeo Socrates-Grundtvig. Oltre alla delegazione italiana, rappresentata dalla Societą Cooperativa Ireforr (Istituto Regionale per la Formazione e la Ricerca), che da tempo si  interessa di politiche giovanili a livello europeo (nel mese di Dicembre la societą ha partecipato ad un altro seminario sul tema “Giovani e integrazione sociale in Europa), vi erano partners provenienti dalla Finlandia, dalla Spagna, dal Regno Unito, dalla Grecia, dall'Ungheria e naturalmente dai francesi, partner capofila del progetto specifico.

Il tema del seminario era il ruolo dei giovani nelle aree rurali e le politiche che i vari paesi adottano in riferimento alle problematiche emergenti. I diversi workshops tenuti nella tre giorni si sono dunque concentrati sui disagi giovanili, l'accesso all'impiego, le politiche formative e le azioni dei poteri locali.

In particolare il Dr. Sanfrancesco e' intervenuto sulla definizione generale di ruralita' e sulla condizione dei giovani nelle aree rurali in Italia ed in particolar modo nella nostra Basilicata. Ne č uscita fuori una fotografia della condizione giovanile italiana e lucana in particolar modo preoccupante e allarmante se i dati vengono comparati con le altre realtą dei paesi europei presenti al seminario, soprattutto in relazione con il tasso di occupazione e di povertą giovanile fra i pił alti in senso assoluto in Europa; lo stesso ha poi ribadito l'importanza della funzione del programma di sviluppo rurale (Leader+) e la necessita' di implementare azioni permanenti dirette ai giovani, sulla esperienza ad esempio delle Mission Local francesi o dei centri per l’impiego spagnoli che offrono servizi di assistenza per l'inserimento lavorativo e politiche di inclusione sociale in modo particolare alla fascia giovanile compresa fra i 16 ed i 25 anni.

Il sindaco Caputo e' invece intervenuto sulle politiche locali in particolare riferimento alle esperienze condotte nel proprio Comune in tema di giovani. I partners europei hanno molto apprezzato le politiche regionali sui giovani, trovando fortemente convincente il Patto per i Giovani, considerato uno strumento efficace per superare la questione giovanile in ambito rurale. Il Sindaco del centro arbereshe ha posto l'accento sull'esigenza di partecipazione ed ascolto coi i giovani e di avviare iniziative originali per superare il fenomeno dello spopolamento e dell'emigrazione intellettuale. In riferimento alla casistica della sua gestione amministrativa ha citato l’istituzione di una consulta per i giovani quale strumento di partecipazione per la popolazione giovanile; azioni innovative nei servizi bancari proposte all’interno di un protocollo di intesa con la BCC che prevede la possibilitą per i lavoratori interinali di accedere a mutui con una tempistica di restituzione del denaro correlato ai periodi lavorativi; attivazione di borse di studio a favore di giovani studenti per superare il problema del basso tasso di scolarizzazione locale.

Le giornate francesi hanno messo in evidenza che č possibile lavorare insieme su un tema cosģ difficile come č quello del rapporto fra giovani e ruralitą, ma se ben analizzato, in un ottica di problematica comune, puņ determinare anche ipotesi di interventi comuni attraverso azioni che a livello locale ed europeo possono attivare nuovi cambiamenti positivi per la soluzione efficace dei problemi specifici. In sintesi crediamo che l’Europa si costruisce anche con momenti di analisi partecipativa e condivisa dai vari popoli che la governano.

Lorenzo Zolfo

priru / torna