Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

Madre Teresa
L'amore innestato nella caparbietà albanese

(Il giorno prima della sua beatificazione)

         
Riconoscimenti avuti da Madre Teresa

(I relativi soldi sono stati devoluti ad opere di carità)

1962 Premio PADMA SHRI (“Loto ai piedi di Dio”) dal Presidente dell’India.
1971 Premio Internazionale da John F. Kennedy
Laurea Honoris Causa in studi Umanistici presso
l’Università di Washington.
972 Premio per la Comprensione Internazionale JAWAHARLAL
NEHRU dal Governo indiano.
!973 Premio TEMPLETON per il “Progresso della Religione” dal
Principe Filippo.
1974 Premio “MATER ET MAGISTRA” in America.
1975 Medaglia della FAO a Roma.
Premio ALBERT SCHWEITZER negli USA.
976 Laurea Honoris Causa presso Santiniketan, in India.
1977 Laurea Honoris Causa in Teologia dell’Università di Cambridge.                     Premio Internazionale BALZAN a Roma.
1979 Premio Nobel per la Pace
1980 BHARAT RATNA (“Perla d’India”),il più alto riconoscimento
ufficiale indiano.
1982 Laurea Honoris Causa all’Università di Harward.
1997 Medaglia d’Oro dal Congresso degli Stati Uniti.

  Dunque ci siamo: domani 19 ottobre 2003 Madre Teresa sarà dichiarata beata

E' il trionfo dell'amore. L'amore che non conosce frontiere ed ostacolati e rivolto soprattutto ai più bisognosi. Domani e lunedì saremo tutti attaccati alla televisione per assistere a un così grande evento e per vedere la  fiction tv sulla vita dell'ormai beata Madre Teresa preparata da Rai uno. La beata è  interpretata da Olivia Hussey  la quale sottolinea l'amore che traboccava da questa esile ma carismatica e straordinaria figura del XX secolo. Fra l'altro l'attrice dichiara:" Come Madre Teresa sono una persona di fede, credo nella Provvidenza, prego ogni giorno e mi ritengo una persona semplice. Madre Teresa, è questo il suo merito fondamentale, ha messo in azione il proprio amore. E anche noi dovremo cercare di emularla e di vedere Dio in tutte le persone, specie nelle più bisognose".(il nuovo)

Gonxha (Agnese) Bojaxhiu arriva a Calcutta carica di quella determinatezza che la cultura albanese le aveva inculcata. Nacque invero  il 26 agosto 1910 a Skopje (ex Jugoslavia ) da una famiglia cattolica albanese. La città, oggi capitale della Repubblica di Macedonia, apparteneva alla comunità etnica albanese. Dicevamo che questa tenacia frutto di quel carattere forte ed audace che appartiene al popolo albanese che la storia ci presenta come  fiero e battagliero, le fa prendere nel 1935, di fronte allo scenario orripilante di moribondi abbandonati sui marciapiedi di  Calcutta ,la decisione di dedicarsi anima e corpo ai poveri, ai moribondi e agli emarginati in generale. Così con il nome di Madre Teresa diventa messaggera dell'amore di Dio. Ecco qui la caparbietà, l'energia che si fa umile per diventare il motore del "servizio agli altri". A volte agli uomini buoni manca il coraggio e la testardaggine  per compier opere buone. L'egoismo invece trova terreno fertile nel "non demordere". Ad esempio chi decide di vendicarsi, non molla facilmente. Ed ecco quindi il grande insegnamento di Madre Teresa, far diventare quella testardaggine energia "pulita".

La cultura e la politica albanese dovrebbero farsi carico di raccogliere questa eredità per trasmettere al mondo il valore della determinatezza nell'affrontare i problemi dei più deboli e diseredati.

Madre Teresa  è una figlia del popolo albanese che racchiude in sè i valori più alti di questa etnia."Sublima" i caratteri di questo popolo. Madre Teresa  per fare esplodere la sua energia è uscita fuori dal guscio della propria casa. A me invece sembra che alcuni politici mirano a trattenere la cultura albanese fra le proprie mura senza guardare al mondo e senza guardare al futuro. E' giusto fare monumenti a Scandeberg, è giusto ricordare De Rada, ma non ci si può autoghettizzare chiudendo le porte ad un così fulgido esempio di grande figlia del popolo albanese.

Madre Teresa ha amato (ed ama)  il popolo d'origine senza però dimenticare l' "UMANITA'" tutta .

Ella così esprime questo suo amore:"

“Sono albanese di sangue, indiana di cittadinanza. Per quel che attiene alla mia fede, sono una suora cattolica. Secondo la mia vocazione, appartengo al mondo. Ma per quanto riguarda il mio cuore, appartengo interamente al Cuore di Gesù”.

Che figura straordinaria .Che esempio specialmente per il popolo albanese che certamente conosce ed ama questa sua grande figlia. Ma i politici ? Quale riconoscimento hanno effettuato nei confronti di chi ha saputo sublimare i valori del popolo albanese ?

Perchè parlare solo degli uomini passati e non anche di queste figure carismatiche che hanno segnato la storia del xx secolo? Accanto a queste mie parole ho messo da un lato i riconoscimenti ricevuti da Madre Teresa e dall'altro una poesia che dimostra come deve essere incanalato il carattere "FORTE".Nei riconoscimenti ahimè! non riscontro nessuna iniziativa nè del popolo albanese nè degli italo albanesi.

E invece mi piacerebbe che fossero proprio gli albanesi ad indicare al mondo il valore della continuità nell'esercitare le virtù e che tale valore si costruisce temprando l'animo e il corpo come sanno fare gli albanesi.Bisogna educare i giovani a rafforzare la "volontà" e che la testardaggine quando l'obiettivo è un'opera di alto valore morale  non si traduce in egoismo o orgoglio ma anzi la caparbietà "buona" è il mantenere il coraggio nell'umiltà di compiere gesti positivi e utili per la società che vanno dalla solidarietà alla buona educazione

E quale migliore esempio se non la figura di madre Teresa?.La conclusione è che mi aspetto da parte sia dei religiosi e sia dei laici appartenenti alla comunità albanese celebrazioni degne del suo carisma 

Vincenzo Iapichino

www.difensore.it/madreteresa

 

Poesia

 DI

MADRE TERESA

Non importa


L'uomo è irragionevole, illogico, egocentrico,
Non importa, amalo.
Se fai il bene, ti attribuiranno secondi fini egoistici,
Non importa, fa il bene.
Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai falsi amici e veri nemici,
Non importa, realizzali.
Il bene che fai, verrà domani dimenticato,
Non importa, fa il bene.
L'onestà e la sincerità ti rendono vulnerabile,
Non importa, sii franco e onesto.
Quello che per anni hai costruito può essere distrutto in un attimo,
Non importa, costruisci.
Se aiuti la gente, se ne risentirà,
Non importa, aiutala.
Dà al mondo il meglio di te, e ti prenderanno a calci,
Non importa, dà il meglio di te

 

Priru! / Torna!