Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

Studiosi cattolici e ortodossi sul monachesimo medievale

In questi giorni fino a domenica l'abbazia di Grottaferrata farą da cornice al convegno internazionale sul tema «Il monachesimo d'oriente e d'occidente nel passaggio dal I al II millennio cristiano». L'iniziativa rientra nell'ambito delle celebrazioni del millenario del transito di san Nilo e della fondazione del monastero di Grottaferrata. Ad aprire i lavori sono intervenuti ieri padre Emiliano Fabbricatore, archimandrita del monastero, il cardinale Ignace Moussa I Daoud, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, assieme ai rappresentanti del patriarcato ecumenico di Costantinopoli e di quello ortodosso della Romania. Oggi sono previsti interventi su «Il monachesimo italo-greco» (Enrico Morini), «Il ritratto spirituale di san Nilo» (Matteo Cryptoferritis), e «Il culto di san Alessio in Oriente ed Occidente nell'XI secolo» (Barbara Crostini Lappin). Nel pomeriggio parleranno Elena Velkovska, Francesco Quaranta e Winfried Leipold. Domani gli interventi di Kriton Chrysochoģdis ed Evangelos Chrysņs, di Atene, Maciej Bielawski, benedettino di Roma. Sabato le relazioni di Vasilios Pseftongąs ed Efthymios Tsigarģdas, di Tessalonica, e di Klimentina Ivanņva, di Sofia.
 

(da Avvenire, settembre 2004)

priru / torna