Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
 

“QUANDO FIORISCONO I ROVI”

presentato al Bashkim l’ultimo lavoro di Pier Franco Bruni

Quando uno scrittore affida alle ali della fantasia e dell’immaginazione le sue aspirazioni più segrete, i suoi sentimenti più intimi, allora nasce l’arte, nasce la letteratura e con esse il rifiorire del valore più umano ed eterno, quello di sempre. L’amore. Un amore intimamente legato alle vicissitudini sociali tipiche de nostro tempo, narrato col sapore mediterraneo di un autore che vive l’arte in chiave mitica, in un’atmosfera sospesa fra memoria e nostalgia, carica di misteriosi simbolismi legati al sogno e alla fantasia metaforicamente rivissuti sul piano letterario. Il racconto si snoda così con un linguaggio poetico/musicale che rimanda direttamente ai più grandi cantautori italiani in una sorta di osmosi linguistica che fonde lo scrittore col cantante/poeta ove non è ben chiaro dove il linguaggio letterario dello scrittore prevale sul linguaggio poetico del cantautore e viceversa.

«Nel libro – è detto in copertina – si racconta di Marika e degli anni terribili che hanno devastato la coscienza degli uomini. Una lotta per capire i sentieri dei sentimenti, della disperazione, della rivoluzione, in un intreccio di passioni e di agonie. Il tutto in un paesaggio in cui i personaggi sono rappresentazioni e avventure sul palcoscenico delle ideologie finite. Un romanzo, suggestivo e penetrante, dolce e tragico, malinconico e straziante, nel tracciato di un’attesa che manifesta inquietudini».

L’opera, dal titolo “Quando fioriscono i rovi”, è stata presentata al numeroso pubblico di Spezzano Albanese e del suo hinterland, nella cornice storica di Palazzo Luci, sede del Bashkim Kulturor Arberesh lo scorso 27 novembre, in occasione del riconoscimento ufficiale regionale ottenuto dalla biblioteca dell’associazione, intitolata a Giuseppe Angelo Nociti, il primo storico di Spezzano Albanese vissuto nel XIX secolo. Accanto ai rappresentanti dell’istituzione culturale, Giuseppe De Rosis, Francesco Marchianò, Giuseppe Acquafredda, sono intervenuti l’assessore comunale alla cultura, Camillo Mancioli, la direttrice della biblioteca nazionale del capoluogo bruzio, Elvira Graziani e Isa Laudadio della casa editrice “il Coscile” di Castrovillari che ha edito l’opera dello scrittore Bruni, originario della limitrofa San Lorenzo del Vallo.

Raffaele  Fera

PER ULTERIORI INFORMAZIONI ED EVENTUALE ACQUISTO DEL TESTO RIVOLGETEVI A

segreteria@ilcoscile.it