Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

Una ricerca curata da Pierfranco Bruni

"ETNIE. POPOLI E CIVILTA' TRA CULTURE E TRADIZIONI"

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI

COMITATO NAZIONALE MINORANZE ETNICO - LINGUISTICHE IN ITALIA

Alto Patronato Presidente della Repubblica

Sarà presentata a Bressanone (Bz).

La ricerca "ETNIE. POPOLI E CIVILTA' TRA CULTURE E TRADIZIONI", introdotta e curata da Pierfranco Bruni, pone all’attenzione il rapporto tra ricerca storica, modelli antropologici ed identità in una realtà come l’Italia.

Bruni: “Un importante studio che sviluppa un’ampia analisi sul valore storico e antropologico delle culture sommerse attraverso confronti che mirano alla conoscenza e tutela delle diversità linguistiche ed etniche”.

Primo appuntamento per la presentazione della ricerca "Etnie.  Popoli e civiltà tra culture e tradizioni" edita dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dal Comitato nazionale minoranze etnico - linguistiche in Italia. Il volume, curato e introdotto da Pierfranco Bruni, è diviso in più saggi e propone il concetto di "etnia" in un contesto multietnico e multilinguistico. Verrà presentato a Bressanone, nell’Aula Consiliare, nel prossimo mese di ottobre.

      Lo studio analizza sia i rapporti tra etnia e territorio che il dialogo tra minoranze linguistiche e fattori antropologici ed etnici. Al suo interno non viene trascurato, però, il rapporto tra il valore di etnia e i codici di indagine come l'archeologia, l'arte, le tradizioni, l’antropologia e la storia. Elementi che sono tuttora in fase di approfondimento in un percorso più particolareggiato.

      Pierfranco Bruni nell’Introduzione sottolinea: “senza una profonda consapevolezza della cultura della tradizione le etnie storiche perdano la loro valenza sia etica che documentaria. Un dibattito tutto da riprendere e da sviluppare in una logica in cui il concetto di tradizione deve avere un suo senso”.

      “Il sentimento delle radici – nota ancora Bruni - non è soltanto un fatto culturale ma coniuga istanze storiche con una spiritualità che dà il senso alle identità. Le identità sono processi che le civiltà, i popoli, le epoche si portano dentro ma possono anche mutare e presentarsi con delle varianti”.

      Nello specifico, gli studiosi e i ricercatori (docenti universitari, ricercatori, storici) che hanno prestato la loro opera per la realizzazione del volume, hanno effettuato l'analisi di quelle "altre" culture che hanno un loro patrimonio all'interno dell'Italia e che viene mostrato con degli indirizzi che vanno dalla etno - archeologia agli intrecci con la civiltà mediterranea.

      Ancora una volta il Mediterraneo risulta la chiave di lettura fondamentale per "garantire" identità ad un Paese come l'Italia, che si è sempre aperto ad orizzonti di accoglienza senza mai disperdere quelle matrici che hanno trovato nella cultura greca e in quella romana una simbiosi di fattori che sono, appunto, espressione di un radicamento mediterraneo (un intreccio tra Occidente ed Oriente) consistente.

      La ricerca verrà presentata in tutte le città dove sono presenti le comunità di minoranza etnico – linguistiche.

      Un primo appuntamento, sui temi in questione, è fissato per il prossimo 14 ottobre a Bressanone (Bz), nella Sala Consiliare. Parteciperanno studiosi e ricercatori. L’obiettivo è quello di una riflessione attenta sul valore di etnie in termini antropologici e culturali. L’oggetto, appunto, sarà la ricerca. Sarà presentato, nella sua complessità il lavoro svolto e saranno illustrati i percorsi didattici e scientifici che hanno condotto a tale studio. Uno studio, come si diceva, al quale hanno partecipato personalità di diverse università e ricercatori che operano sul campo. Previsti altri incontri, tra novembre e dicembre 2005, a Potenza, Cosenza, Taranto, Napoli, Roma.

Roma,  16 settembre 2005

info

Coordinamento scientifico nazionale  3389108211

Segreteria organizzativa  3393650418

priru / torna