ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Botime / Pubblicazioni
 

 

Carmine Abate, VIVERE PER ADDIZIONE E ALTRI VIAGGI,

Piccola Biblioteca Oscar Mondadori

 

Carmine Abate, VIVERE PER ADDIZIONE E ALTRI VIAGGI,

Piccola Biblioteca Oscar Mondadori, pp. 168, Euro 9

La sua valigia non č pił di cartone. Contiene un diploma di laurea in pił e forse qualche sogno in meno. Ma il protagonista di questo libro, come il nonno e come il padre, dalla sua terra deve partire. Con la consueta affabulazione rapinosa e una lingua capace di incarnare la pluralitą dei luoghi, delle culture e delle esperienze, Carmine Abate narra i viaggi ininterrotti del suo “eroe senza medaglie”: viaggi di andata e di ritorno, nella memoria e nel presente. La vicenda, traboccante di vita vissuta e di poesia, scorre attraverso diciotto racconti intensi, che hanno il respiro e la compattezza di un romanzo. Ispirandosi alla propria biografia ma allargando lo sguardo a una prospettiva universale, Abate racconta l’infanzia in paese, i sapori della cucina arbėreshe, la magia delle antiche rapsodie, gli arrivi al Nord Italia e in Germania. Ma affronta anche temi come la formazione di un senso civico profondo, europeo, e l’incontro con i nuovi migranti, in una Calabria dove gli asili vuoti diventano Centri d’accoglienza. E tra la nostalgia di chi parte e quella di chi resta, la difficile ricerca dell’identitą. Infine la comprensione che emigrare non č solo strappo, ferita, ma č soprattutto ricchezza. Che non č inevitabile sentirsi lacerati tra due o pił mondi. Che si puņ vivere, consapevolmente, per addizione.

Carmine Abate č nato nel 1954 a Carfizzi, una comunitą arbėreshe – cioč italo-albanese – della Calabria, ed č emigrato da giovane in Germania. Oggi vive in Trentino, dove insegna. Ha esordito nel 1984 in Germania con la raccolta di racconti Den Koffer und weg! (ed. it. Il muro dei muri 1993, ora negli Oscar) e con il saggio I germanesi (ed. it. 1986 e 2006) scritto con Meike Behrmann. Ha pubblicato, tra l’altro, il libro di poesie Terre di andata (1996) e i romanzi Il ballo tondo (1991), La moto di Scanderbeg (1999), Tra due mari (2002), La festa del ritorno (2004, Premio selezione Campiello), Il mosaico del tempo grande (2006) e Gli anni veloci (2008), ora tutti in edizione Oscar Mondadori. I suoi libri, vincitori di numerosi premi, sono tradotti in molti paesi europei, negli USA e in corso di pubblicazione nei paesi arabi.

www.carmineabate.net


 

 

priru / torna