Politiche dell’immigrazione in Italia

Di recente l’Italia ha modificato la sua politica di immigrazione per garantire un ambiente confortevole, sicuro e più umano a chi vive nel luogo o decide di visitarlo come parte delle proprie vacanze; scopri quali sono le nuove misure che sono state adottate nel corso della lettura di questo post.

Immigrare in Italia

L’immigrazione in Italia è un fenomeno vissuto negli anni; a volte attraverso ondate come quella di albanesi, cittadini rumeni e, in percentuale minore, marocchini.

Questa è stata di tale portata che si è dovuto adottare misure per fermare questo esodo poiché, secondo i dati diffusi dall’ONU negli ultimi anni, ha raggiunto la cifra di 6.273.722 immigrati, che rappresentano il 10,52% della sua popolazione totale.

D’altra parte, sono più le donne che gli uomini che decidono di tentare la fortuna in questa nazione europea; dove hanno una legge sull’immigrazione che mette a loro disposizione diverse alternative di visto e condizioni per prolungare la loro permanenza nel paese, mentre gestiscono i loro documenti.

Questa situazione favorisce l’arrivo di persone che vogliono lavorare, studiare, risiedere o fare turismo in Italia; ma tra i permessi e visti più richiesti ci sono quelli di residenza elettiva.

Seguono manicomi, permessi come l’affidamento, per lo svolgimento di studi superiori o per il ricongiungimento familiare. In altri casi, gli immigrati chiedono il visto per lavoro autonomo, per motivi religiosi o semplicemente come apolide.

Ciò che è allarmante a livello dell’analisi svolta dalle autorità per l’immigrazione di questo Paese è che per l’anno 2019 il tasso di persone che vogliono vivere in Italia è stato del 10,41%, di gran lunga superiore a quello vissuto nel 2000 stimato in 3 . 72% e continua ad aumentare negli anni.

Opinione degli italiani in riferimento alle politiche di immigrazione

Almeno il 51% dei cittadini italiani intervistati in un sondaggio realizzato dalla rivista Yougov, ritiene che il governo e le autorità competenti dovrebbero dare più sostegno umanitario ai rifugiati, soprattutto quelli che provengono da paesi in conflitto o in crisi.economia e fame.

Tuttavia, un’analisi dell’istituto di ricerca Pew Research Center effettuata nel corso del 2018 ha indicato che solo il 19% degli italiani ha accettato di dare accesso agli immigrati.

Se vuoi essere informato su questo e altri argomenti di interesse generale riguardanti la popolazione italiana, ti invitiamo a prestare attenzione alle pubblicazioni che di volta in volta realizziamo sul nostro blog. In questo momento troverai nuovi articoli che potrebbero interessarti, non perderli.

Le attuali politiche dell’immigrazione in Italia

Nel 2020 il Consiglio dei ministri italiano ha approvato un decreto che sostituisce quello emanato negli anni precedenti dall’ex ministro Matteo Salvini; al quale sono particolarmente modificati gli articoli 131 bis e 588 contemplati dal suo codice penale e ai quali sono associati altri benefici.

In questi articoli si stabilisce che il salvataggio degli immigrati nello spazio marittimo è un’azione obbligatoria; che si basi sul suo carattere costituzionale e internazionale; ma si ritiene che le sanzioni per le azioni di salvataggio delle ONG verranno applicate solo quando le regole del traffico illegale di immigrati saranno violate attraverso questa rotta.

In caso di risse razziali con ferite o morti, verrà applicata la regola Willy in onore di un giovane aggredito e brutalmente assassinato da un gruppo di italiani arrabbiati; con ciò, l’obiettivo è mantenere la pace e l’armonia nella nazione, isolando tutti gli individui violenti che devono essere sottomessi.

La politica di immigrazione in Italia con questo nuovo sistema fornisce protezione umanitaria e accoglienza a coloro che dimostrano di aver davvero bisogno della residenza in questo Paese e sono disposti a viverci da buoni cittadini.

Ogni immigrato richiedente asilo in Italia viene portato in un centro di accoglienza speciale; dove non puoi spendere più di 90 fino a quando non ufficializzi il tuo status nel paese, trovi lavoro e una casa dignitosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.